Glossario del mondo del mobile

Guida alla scelta dell'arredo per la vostra casa
Spesso sulle pagine dei cataloghi o delle riviste specializzate si incontrano dei termini che non conosciamo, o che magari crediamo soltanto di conoscere.
Eccone spiegati alcuni di frequente utilizzo: un'ulteriore chiave di lettura per individuare subito la qualita'.
 
Alluminio anodizzato
Alluminio sottoposto ad un'operazione elettrochimica che ne aumenta da durezza e la resistenza alle alterazioni, dai graffi all'annerimento nel tempo: una dote "tecnologica" che si aggiunge alla naturale duttilita' e leggerezza di questo metallo.
 
Ergonomia
E' la disciplina che individua il rapporto più corretto fra l'uomo e l'ambiente in cui vive.
Oggi i suoi parametri vengono utilizzati anche nell'ambiente domestico, per eliminare lo posizioni nocive alla salute e rendere più' naturale l'utilizzo degli arredi, ad esempio stabilendone le misure in funzione di quelle del corpo umano.
 
Formaldeide
Gas impiegato nella produzione dei collanti termoindurenti, utilizzati nella produzione di pannelli per l'arredamento.
Da luogo in caso di elevate concentrazioni a lacrimazione e irritazione delle vie respiratorie.
La sua pericolosità è comunque legata alla sua concentrazione nell'ambiente: secondo le normative europee, essa deve essere minore o uguale a 3,5mg/m2h.
 
Impiallacciatura
Procedimento mediante il quale i pannelli grezzi vengono rivestiti con un sottile foglio di legno.
 
Laminato
Foglio sottile, in cui un supporto a base di resine fenoliche viene accoppiato ad una carta esterna decorativa, impregnata con resine melaminiche.
Si utilizza per rivestire i pannelli dei mobili, su uno o entrambi i lati, oppure per i piani delle cucine.
 
Massello
Così si definisce il legno ricavato direttamente dal tronco dell'albero, che viene utilizzato per realizzare determinati elementi dell'arredo (ad esempio le gambe) o in alcune tipologie di mobile "classico".
Benchè a volte erroneamente identificato con il massimo della qualità, il legno massello non possiede le doti di stabilità dei materiali compositi, come il multistrato, il truciolare e l'MDF ed è quindi adatto solo a usi specifici.
 
Multistrato
Pannello simile al compensato, composto da un certo numero di fogli di legno (ad esempio cinque) incollati in maniera che le fibre siano perpendicolari fra loro.
 
MDF
Sigla di Medium Density Fiberboard, ovvero : pannello a media densità. Questo materiale viene ricavato da rami e scarti di lavorazione, il che gli conferisce una notevole valenza ecologica.
Da essi, mediante un apposito procedimento, vengono ottenute le fibre di legno che pressate e legate fra loro con collanti termoindurenti, danno luogo a pannelli dalle ottime caratteristiche meccaniche, molto stabile e compatti, ideali per superfici laccate e nobilitate.
 
Rivestimento melaminico
I pannelli con cui sono realizzati i mobili vengono rivestiti con speciali fogli impregnati con resine melaminiche.
Esse possono presentarsi in vari colori ed anche imitare perfettamente le venature del legno, grazie a un processo di riproduzione fotografica.
I pannelli cosi rivestiti sono detti "nobilitati melaminici".
 
Truciolare
Il pannello truciolare viene realizzato con scaglie di legno di varia dimensione e densità, incollate e pressate in modo da ottenere delle superfici atte ad essere impiallacciate o rivestite in melaminico, PVC o laminato.
Particolarmente stabili, i pannelli trucciolari sono utilizzati soprattutto per superfici di grandi dimensioni.
 
Vernice poliuretanica
Affidabile e di facile applicazione, è la più utilizzata nel settore del legno.